Mele, dal frutto del peccato, al frutto della salute

Dolci

La mela è uno dei frutti più antichi della storia dell'umanità.

Con Adamo ed Eva, Páris e Venere, Atena ed Eroe ... alcuni dei capitoli della mela nella storia, la mela è considerata un frutto del tormento. La mela della discordia, la mela del peccato.

Tuttavia, anni dopo questa fama viene dimenticata e diventa uno dei frutti più sani, come dice il detto popolare:

"Una mela al giorno dal dottore ti salverebbe" "Se mangi mele tutto l'anno la malattia rimarrà delusa" "La mela marcia perde la sua compagnia" "Una mela a digiuno di salute ti riempie"

Dal punto di vista nutrizionale ...

La mela è principalmente acqua, contiene anche vitamine, minerali, fruttosio e fibre, tuttavia, il punto forte è il suo contenuto di flavonoidi.

I flavonoidi sono elementi con un alto potere antiossidante, che ci proteggono dall'attacco dei radicali liberi, tra le altre virtù.

È uno dei pochi alimenti che può agire nell'organismo a seconda di come viene consumato, come astringente e lassativo, oltre ad essere un diuretico, grazie ai suoi tannini, tra gli altri.

Gastronomicamente parlando, la mela è una chicca:

Crudo è squisito, arrosto profuma la cucina per ore, cotto è sottile.

Nella gastronomia popolare lo troveremo sia nelle elaborazioni dolci, come nell'elaborazione di salse, bevande e liquori come sidro, calvados, aceto di mele, liquore di mele.

La gelatina così utilizzata in pasticceria è fatta con le mele per addolcire e addensare, in quanto è uno dei frutti più ricchi di pectine, che la rende la regina di marmellate, sciroppi e chutneis.

È conveniente mangiarlo con la pelle e a morsi per beneficiare di tutte le sue proprietà e, ovviamente, dall'agricoltura biologica.

  • Facebook
  • Twitter
  • Flipboard
  • E-mail
Tag:  Selezione Dolci Recipes 

Articoli Interessanti

add